Sostenibilità Sostenibilità

Sostenibilità

Le nostre scelte sono sempre state guidate dagli stessi Valori che ci hanno consentito di crescere dalla fondazione ad oggi

Mi trovo a scrivere questa lettera introduttiva al Report di Sostenibilità 2019 in un momento storico che non posso ignorare.

L’inizio del 2020, infatti, è segnato a ogni latitudine dalla diffusione del Covid-19, meglio noto come Coronavirus. Un’emergenza che è dilagata in ogni area del mondo.

La fase iniziale di quella che sembrava un’epidemia relativamente circoscritta l’abbiamo vissuta in prima linea all’interno del nostro stabilimento di Qingdao, in Cina, che ha prontamente reagito organizzandosi per garantire la continuità operativa mettendo però in primo piano la salute e l’incolumità dei propri collaboratori. Pressoché tutti gli impiegati di tale sede hanno iniziato a lavorare da casa (smart-working) e in parallelo lo staff di Qingdao si è attivato per reimpostare anche l’organizzazione delle fasi produttive, in modo da garantire le giuste distanze di sicurezza tra le persone.

Quando poi l’epidemia è diventata pandemia e tutto il mondo è stato coinvolto, seppure a vari livelli e con diverse intensità, ciascuno di noi è stato portato a cambiare abitudini, tanto nella vita privata quanto in quella professionale. E così anche le nostre fabbriche hanno dovuto adattare sia l’organizzazione del lavoro che quella delle aree produttive.

Questa emergenza, che per quanto allarmante dovrebbe essere circoscritta nel tempo – pur difficilmente quantificabile al momento in cui sto scrivendo – ci sta mettendo di fronte a dei nuovi paradigmi che potranno condurci nella vera sfida della nostra epoca cioè di conciliare la crescita economica e sociale del nostro pianeta rispettando le (limitate) risorse naturali e il benessere delle persone, in poche parole: la crescita sostenibile.

Per prima cosa ci ha fatto capire che l’ambiente non si adatta alle attività umane ma viceversa sono queste che devono plasmarsi sulle necessità del nostro pianeta e sull’urgenza di condividere le risorse a livello globale. E quando ci riferiamo alla ‘crescita sostenibile’ nell’industria non limitiamoci a considerare la fase produttiva ma analizziamo a 360 gradi tutte le attività di un’azienda a partire dallo sviluppo prodotto che dovrà essere concepito fin dall’inizio tenendo conto della scarsità di risorse (da cui i nostri massicci investimenti sull’elettrificazione dei powertrain volti ad un miglioramento dell’efficienza dei sistemi di trasmissione focalizzato sulla riduzione dei consumi energetici).

In secondo luogo abbiamo toccato con mano che la sostenibilità futura è imprescindibile dall’utilizzo e dallo sviluppo delle tecnologie. In questo momento di forzato isolamento lo smart-working e in generale le nuove tecnologie di comunicazione (da Skype, alle videochat, alle videoconferenze …), per esempio, si sono dimostrate fondamentali per continuare  a svolgere le nostre attività e lo saranno ancora di più per una futura organizzazione più sostenibile del lavoro (pensiamo alla riduzione dei consumi e dell’inquinamento dovuto alla minore necessità di spostamenti per andare al lavoro o per trasferte di lavoro, anche intercontinentali, ma anche all’utilizzo più razionale del tempo di ognuno di noi).

Inoltre a livello produttivo abbiamo necessariamente dovuto cambiare il ritmo dei turni di lavoro e parcellizzare le aree di produzione; in un futuro di sostenibilità questo dovrà essere mantenuto e sviluppato grazie all’adozione di sistemi di automazione sempre più spinti gestiti attraverso sistemi IoT sempre più integrati.

Tutto ciò non ci porterà ad una diminuzione del numero delle risorse umane all’interno delle nostre sedi, ma piuttosto ad un drastico cambiamento del nostro modo di lavorare. E potrà anzi essere l’occasione per migliorare in modo sensibile il ‘come’ portiamo avanti le nostre attività.

Tornando alle tematiche-chiave di questo Report, il nostro Gruppo già da anni ha cominciato un programma di CSR volto ad una crescita sostenibile ma dal 2019 ha intensificato le proprie attività in questo senso.

Abbiamo realizzato un’organizzazione che partendo dal Comitato CSR di Gruppo, con il prezioso supporto dei CSR Champion di ogni sede, ha coinvolto una vasta platea di collaboratori. Questa nuova organizzazione non solo ha operato nello stimolare, sviluppare e monitorare pratiche di sostenibilità ma ha anche realizzato numerose iniziative.

Si pensi al grande impegno per ridurre sensibilmente l’uso della plastica, a partire dalle sedi italiane. O ancora all’avvio del progetto Share the Culture, che progressivamente consentirà a tutti i nostri collaboratori di condividere i propri libri, cd audio e dvd con i colleghi in azienda. O ancora alle adozioni a distanza in India con la ONG Care&Share a favore di ragazzi più marginalizzati. O ancora ai tanti computer non più in uso in Carraro che sono stati donati a scuole o associazioni sia in Italia sia all’estero. O infine alla progettazione della nostra Giornata del Volontariato. Sono solo alcune delle attività più evidenti emerse nei mesi scorsi, ma molte altre ancora seguiranno.

Nel 2020 continueranno i nostri sforzi per consolidare la cultura CSR in azienda e a tal fine una percentuale degli MBO del nostro management apicale sarà proprio legata ad obiettivi ESG (Environmental - Social - Governance). Nell’anno in corso, coerentemente con i Valori Carraro, proseguiremo a mettere al centro delle nostre analisi le risorse umane in termini di sicurezza sul lavoro (da sempre parte integrante del nostro operare), del welfare, del wellbeing ma anche affrontando temi quali l’inclusione, il gender gap e in generale il rispetto dei diritti umani. Dentro alle nostre fabbriche ma anche nelle comunità a cui queste appartengono.

Non è pensabile infatti costruire un futuro sostenibile se non mettiamo in primo piano le persone e il contesto in cui operiamo, oggi e domani.


 
Tomaso Carraro
Vicepresidente
Chief CSR Officer

Report di Sostenibilità

Scarica la versione completa del nostro Report di Sostenibilità, aggiornata al 31 dicembre 2019

Report di Sostenibilità 2019

29 giugno 2020 pdf, 3.28 MB

Scarica