Approvati dal CdA i risultati del primo trimestre 2015

In miglioramento fatturato e redditività

Importante recupero del risultato ante imposte che si attesta a -297 mila Euro rispetto ai -2,2 milioni di Euro del IQ 2014.

Evidenti gli effetti della nuova organizzazione focalizzata sul core business.

  • Fatturato consolidato del trimestre a 180,7 milioni di Euro, in crescita del 1,9% rispetto ai 177,4 milioni di Euro del IQ 2014. A parità di perimetro, escludendo quindi dai dati 2014 il contributo del ramo d’azienda Mini Gears, la crescita è pari al 12,1%, con una performance particolarmente positiva delle aree di business operanti nella meccanica che crescono del 14%.

  • EBITDA consolidato del trimestre a 11,4 milioni di Euro (6,3% sul fatturato), in crescita del 6,1% rispetto ai 10,7 milioni di Euro del IQ 2014 (6% sul fatturato); al netto dei costi non ricorrenti, legati alle attività di ristrutturazione, e a parità di perimetro l’EBITDA sarebbe pari a 12,2 milioni di Euro (6,8% sul fatturato) in crescita del 39,1% rispetto a 8,8 milioni di Euro (5,5% sul fatturato). L’EBITDA delle aree di business della meccanica (Drive Tech e Agritalia) si attesta a 11,1 milioni di Euro (6% sul fatturato), in contrazione del 10,9% rispetto a 12,5 milioni di Euro (7,7% sul fatturato) del primo trimestre 2014 (al netto del ramo d’azienda Mini Gears). Al netto dei costi non ricorrenti l’EBITDA sarebbe pari a 12 milioni di Euro (6,5% sul fatturato) in contrazione del 3,8% rispetto al primo trimestre 2014.

  • EBIT consolidato del trimestre pari a 4 milioni di Euro (2,2% sul fatturato) in crescita del 24,1% rispetto ai 3,2 milioni di Euro (1,8% sul fatturato) del IQ 2014; al netto dei costi non ricorrenti e a parità di perimetro l’EBIT sarebbe pari a 4,9 milioni di Euro (2,7% sul fatturato) in crescita del 82,1% rispetto a 2,7 milioni di Euro (1,7% sul fatturato). L’EBIT delle aree di business della meccanica è pari a 5,1 milioni di Euro (2,8% sul fatturato) rispetto a 7,9 milioni di Euro (4,9% sul fatturato) del 31 marzo 2014 (escludendo Mini Gears). Al netto dei costi non ricorrenti l’EBIT rettificato risulterebbe pari a 6 milioni di Euro (3,2% sul fatturato) in contrazione del 24,1%.

  • Importante recupero del risultato ante imposte che si attesta a -297 mila Euro (-0,2% sul fatturato), rispetto ai -2,2 milioni di Euro (-1,2% sul fatturato) registrati nel IQ 2014. Per effetto di imposte di periodo pari a 1,7 milioni di Euro (2,6 milioni di Euro al 31 marzo 2014), il risultato netto è negativo per 2 milioni di Euro (-1,1% sul fatturato), in miglioramento rispetto alla perdita di 5 milioni di Euro (-2,8% sul fatturato) del primo trimestre 2014.

  • Posizione finanziaria netta al 31 marzo 2015 negativa per 281,4 milioni di Euro, in linea rispetto ai 279,4 milioni di Euro del 31 marzo 2014 ma in incremento, come previsto, rispetto ai 224,3 milioni di Euro del 31 dicembre 2014 per gli effetti attesi del riassorbimento delle attività condotte a fine 2014 sul capitale circolante.

Per il secondo trimestre previsto un portafoglio ordini in leggero rallentamento per Drive Tech, mentre per Agritalia si conferma il trend positivo registrato nei primi mesi dell’anno. Per Santerno confermato il recupero di fatturato legato all’avvio di due importanti commesse in Sudafrica.

La marginalità consolidata del secondo trimestre si manterrà in linea con il primo.

“I primi tre mesi del 2015 registrano un sensibile miglioramento sia della redditività sia del fatturato. Pur di fronte a mercati che sono ancora ben lontani dai massimi raggiunti prima della crisi, il nostro Gruppo ha saputo ritrovare competitività in una dimensione diversa. – ha commentato Enrico Carraro, Presidente del GruppoLa visibilità che abbiamo oggi sul portafoglio ordini ci consente di confermare il trend positivo di inizio anno anche per il secondo trimestre. La nuova struttura organizzativa ci consentirà di intervenire prontamente ad ogni eventuale variazione del mercato”.

Vai al Comunicato stampa 29.04.2015

Allegati

Clicca sul file per scaricarlo

‹ Articolo precedente

L'assemblea degli Azionisti approva il Bilancio 2014

Il 2015 si apre con un portafoglio ordini positivo: per maggio previsto un fatturato superiore a 310 milioni di Euro (+9% rispetto al 2014)

Articolo successivo ›

Approvati dal CdA i risultati del primo semestre 2015

Fatturato stabile rispetto al 2014 e in linea con le attese. Importante crescita di Carraro Agritalia (+50%)