Stime preliminari 2013

Importante miglioramento in termini di margine industriale avvenuto grazie anche agli oltre 70 milioni di investimenti dell’ultimo biennio

  • Fatturato consolidato a quota 872 mln € (in linea rispetto agli 874 mln € del 2012, ma volumi in crescita del 2% al netto dell’effetto cambi)

  • EBITDA di 62 mln €, in crescita del 54,4% rispetto ai 40,2 mln € del 2012, 7% sul fatturato

  • EBIT di 31 mln € rispetto ai 6,3 mln € del 2012 (3,6% sul fatturato)

  • Posizione Finanziaria Netta -248 mln € (in miglioramento rispetto ai -258,2 mln € del 30.06.2013)

Campodarsego (Padova), 24 febbraio 2014 – Il Consiglio di Amministrazione di Carraro SpA, leader mondiale nei sistemi per la trasmissione di potenza, presieduto da Enrico Carraro, ha esaminato oggi il preconsuntivo consolidato del Gruppo al 31 dicembre 2013.

“I dati preliminari dell’esercizio 2013 evidenziano soprattutto un importante miglioramento in termini di margine industriale avvenuto grazie anche agli oltre 70 milioni di investimenti dell’ultimo biennio, finalizzati all’innovazione tecnologica sia nel prodotto sia nei processi produttivi. I risultati più confortanti ci giungono da Carraro Drive Tech, oggi arrivata ad una marginalità pienamente in linea con i principali benchmark dei nostri settori di riferimento. – ha commentato Enrico Carraro, Presidente del GruppoLe azioni messe a punto, che ci hanno portato a sviluppare nuovi prodotti a maggiore valore aggiunto e ad acquisire nuove quote di mercato, stanno dunque dando i propri frutti”.

Le stime preliminari dei principali dati gestionali dell’esercizio evidenziano un fatturato consolidato al 31.12.2013 pari a 872 milioni di Euro, in linea con quello del 2012, che si attestava a 874,4 milioni di Euro; in termini di volumi si è registrata una crescita del 2% rispetto al 2012 compensata da un effetto cambi negativo, concentrato nell’ultima parte dell’anno e conseguente alla repentina ed elevata svalutazione del Peso argentino e della Rupia indiana. A parità di cambio il valore del fatturato sarebbe stato pari a 892 milioni di Euro.

Al 31.12.2013 si stima un EBITDA pari a 62 milioni di Euro (7% sul fatturato) in crescita del 54,4% rispetto al 2012 (era 40,2 mln €, 4,6% sul fatturato). L’EBIT 2013 si stima pari a 31 milioni di Euro (3,6% sul fatturato) rispetto ai 6,3 milioni di Euro (0,7% sul fatturato) del 2012.

La posizione finanziaria netta consolidata al 31 dicembre 2013 è stimata a debito per 248 milioni di Euro, in miglioramento rispetto al 30 giugno 2013 (era negativa per 258,2 milioni di Euro), ma in crescita, come previsto, rispetto ai 213,7 milioni di Euro del 31 dicembre 2012 per gli effetti del riassorbimento delle attività condotte a fine 2012 per normalizzare l’andamento del capitale circolante netto.

I risultati economici dell’esercizio 2013 riportati nel presente comunicato sono preliminari, non sono stati ancora esaminati dal Collegio Sindacale né certificati dalla Società di revisione. Il progetto di bilancio al 31 dicembre 2013 verrà approvato dal Consiglio di Amministrazione il 12 marzo 2014.

Vai al Comunicato stampa 24.02.2014

Allegati

Clicca sul file per scaricarlo

‹ Articolo precedente

Approvati dal CdA i risultati del terzo trimestre 2013

Cresce il fatturato (+4,1%) e migliora sensibilmente la redditività (utile per 177 mila Euro)

Articolo successivo ›

Approvato il progetto di bilancio relativo all’esercizio 2013

Fatturato a 872 milioni di Euro, recupero nel settore dell’agricoltura