Accordo di 5 anni tra Carraro ed Agco in Cina

Il contratto, del valore complessivo di 25 mln €, prevede la fornitura di sistemi di trasmissione per le nuove gamme di trattori Massey Ferguson realizzate nello stabilimento di Changzhou

Campodarsego (Padova), 22 febbraio 2013 - Nuovo importante accordo per Carraro Drive Tech, società del Gruppo Carraro leader nei sistemi di trasmissione per applicazioni off-highway. Nei giorni scorsi l'azienda ha infatti siglato un contratto della durata di 5 anni con Agco, uno dei più importanti costruttori al mondo di macchine agricole, per la fornitura di sistemi di trasmissione destinati alle nuove gamme di trattori che verranno realizzate nello stabilimento di Changzhou (Cina).

Più nel dettaglio tale contratto, del valore di 25 milioni di Euro, prevede la fornitura di diverse tipologie di assali anteriori integrati con una scatola mono-riduzione (drop box), destinati ai trattori Massey Ferguson della serie BX200 con motorizzazioni da 80 a 120 cavalli. Trattori concepiti sia per il mercato cinese che per l'export negli Stati Uniti, nel Far East ed in Africa.

Tali gamme di veicoli rappresentano solo una prima fase del piano di espansione di Agco in Cina, che prevede prossimamente l'avvio di nuove produzioni di trattori, imballatrici e componenti anche negli stabilimenti di Changzhou, Yanzhou, Shanghai e Daqing. Ciò in ragione di un mercato previsto in crescita per i trattori di media dimensione, anche in ragione delle politiche incentivanti promosse dal governo cinese.

"Agco è uno dei principali player internazionali nella meccanizzazione agricola attraverso i marchi Massey Ferguson, Valtra, Fendt e Challenger, ed è oggi uno dei clienti più importanti per il nostro Gruppo, a livello globale. Con questo ulteriore accordo si conferma una solida partnership e si rinnova la fiducia nella nostra capacità di sviluppare prodotti all'altezza delle aspettative - ha commentato Enrico Carraro, presidente del Gruppo - Un contratto di questo tipo, siglato in Cina con uno storico player europeo, dimostra quanto stiano cambiando gli scenari dei nostri mercati di riferimento. E dimostrano soprattutto quanto Carraro oggi sia in grado di dare risposte adeguate ai bisogni specifici di ogni area geografica, grazie ad una produzione concepita e localizzata là dove esiste il mercato".

"La Cina non è nuova a interessanti periodi di crescita. Storicamente l'abbiamo visto nel settore delle costruzioni, oggi in fase stabile - ha concluso Enrico Carraro - I nuovi scenari odierni lasciano presagire ottime evoluzioni anche in ambito agricolo, in conseguenza delle politiche incentivanti promosse dal Governo locale a sostegno dei bisogni primari della popolazione. Esserci già ora, con soluzioni adeguate nella meccanizzazione agricola, significa porsi un passo avanti e porre le basi per la conquista di sempre maggiori quote di mercato".

Vai al Comunicato stampa 22.02.2013

Allegati

Clicca sul file per scaricarlo

‹ Articolo precedente

Obblighi informativi verso il pubblico

Previsti dalla delibera Consob n. 11971 del 14.5.1999 e successive modifiche

Articolo successivo ›

Approvato il progetto di bilancio relativo all’esercizio 2012

Alla forte contrazione del fatturato di Elettronica Santerno si contrappone una buona tenuta delle BU della meccanica