Approvato dal Consiglio di Amministrazione il progetto di bilancio relativo all’esercizio 2017

Fatturato a quota 606 milioni di Euro. Cresce in modo significativo la marginalità: EBITDA a 55 milioni di Euro (9,1% sul fatturato, +40,5% rispetto al 2016).

Utile pari a 13,7 milioni di Euro rispetto alla perdita di 9,1 milioni di Euro del 2016.

Dividendo di 0,17 Euro per azione.

Posizione Finanziaria Netta della gestione a debito per 145,9 milioni di Euro in importante miglioramento rispetto ai 183,2 milioni del 2016.

“Con la chiusura dell’esercizio 2017 raccogliamo i frutti del lungo e articolato processo di riposizionamento e ristrutturazione che il Gruppo ha varato a valle della pesante crisi che ha colpito i nostri mercati tra il 2009 e il 2011”, dichiara Enrico Carraro, Presidente del Gruppo.

“Il ritorno alla crescita dei principali settori di riferimento, agricolo e movimento terra, assieme alle importanti azioni volte a ristabilire l’equilibrio finanziario e il rafforzamento patrimoniale del Gruppo, nonché alla determinazione negli investimenti in R&D ci consentono oggi di guardare al futuro con rinnovato ottimismo. – continua Enrico CarraroAnche il 2018 si avvia all’insegna della positività con una generalizzata vivacità dei mercati, e con volumi e marginalità in miglioramento tale da mitigare gli effetti negativi legati agli incrementi delle materie prime già visibili oggi”.

Vai al Comunicato stampa 29.03.2018