Gruppo Carraro: esaminati dal CdA i risultati del terzo trimestre 2019

24 ottobre 2019

Si confermano solidi nel trimestre i principali indicatori economico-finanziari del Gruppo nonostante la compressione del fatturato dovuta alla situazione congiunturale non positiva dei mercati di riferimento.
La marginalità rimane buona grazie alle azioni di miglioramento della supply chain e all’efficientamento della piattaforma produttiva globale nonché al contenimento dei costi fissi.
Crescono gli investimenti in Ricerca e Sviluppo a sostegno di nuovi progetti legati a prodotti sempre più efficienti e a basso impatto ambientale.
La posizione finanziaria netta della gestione migliora grazie alle azioni di riduzione del capitale circolante netto della gestione.

  • Fatturato trimestrale pari a 123,2 in calo del 11,6% rispetto al medesimo periodo dell’esercizio precedente (139,5 milioni di Euro). Fatturato progressivo al 30 settembre pari a 424,9 milioni di Euro, in calo del 9,2% rispetto al dato al 30 settembre 2018 (pari a 467,9 milioni di Euro).
  • Nonostante il calo dei volumi migliora l’EBITDA margin del trimestre in termini percentuali in rapporto con il fatturato passando dal 5,3% del 2018 (7,4 mln €) al 5,9% del 2019 (7,3 mln €). Migliora anche l’EBITDA margin progressivo rettificato in termini percentuali passando dal 7,9% sul fatturato del 2018 (36,9 mln di Euro) all’8,4% del 2019 (35,6 mln di Euro).
  • Posizione finanziaria netta della gestione al 30 settembre 2019 a debito per 166,6 milioni di Euro, in netto miglioramento rispetto ai 180,7 milioni di Euro del 30 settembre 2018.

La struttura del Gruppo, solida e flessibile, è adeguata alla ciclicità dei mercati di riferimento grazie ad un diminuito break even point.

Campodarsego (Padova), 24 ottobre 2019 – Il Consiglio di Amministrazione di Carraro SpA, leader nei sistemi di trasmissione per veicoli off-highway e trattori specializzati, presieduto da Enrico Carraro, ha esaminato oggi i risultati del Gruppo del terzo trimestre 2019.

“I dati del terzo trimestre evidenziano un generalizzato rallentamento dei nostri settori di riferimento, con una domanda in calo per dinamiche diverse. Da un lato, ad esempio, il calo degli incentivi agli agricoltori in India, dall’altro un generalizzato rallentamento negli investimenti in infrastrutture. – commenta Enrico Carraro, Presidente del Gruppo – Si tratta di un trend temporaneo all’interno di un ciclo che è previsto in espansione nei prossimi anni. Va comunque oggi segnalato che a fronte del calo del fatturato rimangono solide le basi economiche del Gruppo”.

Ultima modifica: 25 ottobre 2019