Carraro International SE: approvato il progetto di bilancio al 31.12.2019

09.03.2020

Campodarsego (Padova), 9 marzo 2020 – Il Consiglio di Amministrazione di Carraro International SE, presieduto da Enrico Carraro, ha approvato oggi il progetto di bilancio al 31 dicembre 2019.

Carraro International SE è una società del Gruppo Carraro che approverà il proprio bilancio consolidato in data 17 marzo 2020.

Archiviato il 2018, che ha visto Carraro International impegnata nella completa riorganizzazione della struttura del debito, sia come importi che come durata, il 2019 ha visto la Società impegnata nell’attività di finanziamento alle società italiane del gruppo, con un allargamento della platea dei soggetti interessati e nella revisione delle condizioni, sia in termini di scadenze che di ammontare, nonché nell’avvio di una serie di analisi funzionali al rafforzamento ed efficientamento delle modalità di gestione della tesoreria e dei servizi ad essa correlati.

Per quanto riguarda il funding la Società ha proseguito nella ricerca di forme alternative di finanziamento a beneficio dei prossimi esercizi.

In particolare Carraro International nel 2019 è stata impegnata in una serie di trattative con la Banca Europea degli Investimenti concretizzando nel mese di dicembre la conclusione di un contratto di finanziamento, del valore di 50 milioni di Euro, la cui provvista finanziaria è stata erogata nel 2020, della durata di 7 anni, finalizzato a sostenere i progetti di Ricerca e Sviluppo del Gruppo che consentirà di dare ulteriore impulso alle attività di innovazione, con particolare riferimento agli ambiti di business più strategici.

Il 2019 si chiude con un utile di 2,8 milioni di Euro, in decremento rispetto al risultato al 31 dicembre 2018 pari a 9 milioni. Sulla differenza pesano l’impatto della minore distribuzione di dividendi da parte delle società controllate rispetto all’esercizio precedente e le poste di rettifica delle partecipazioni.

Le disponibilità liquide al 31 dicembre 2019 ammontano a 37,7 milioni di Euro contro i 13,2 milioni al 31 dicembre 2018. La differenza è dovuta al miglior efficientamento nell’ambito della gestione centralizzazione della tesoreria.

Al 31 dicembre 2019 la posizione finanziaria netta della gestione ammonta a 20,6 milioni di Euro a debito, in peggioramento rispetto al 31 dicembre 2018 (18,5 milioni di Euro). Sulla movimentazione hanno avuto impatto negativo il diverso mix di finanziamenti erogati in funzione della necessità delle società europee del Gruppo e il minore importo dei dividendi incassati.

Ultima modifica: 09 marzo 2020